Tutte le Probabili formazioni della 7a giornata di Serie A. Del Piero torna titolare nella Juve, Klose recupera per il derby capitolino, mentre Pjanic è in dubbio. Il Milan ritrova Robinho, ma ha ancora out Boateng. Ranieri senza J. Cesar, Sneijder e Chivu .

Dopo la pausa per le nazionali, torna in scena la Serie A con una settima giornata ricca di big-match. Ecco le probabili formazioni di questo turno.

 

 

SABATO ORE 18:00 – CATANIA-INTER

Vincenzo Montella confermerà l’assetto delle ultime due partite, un 3-5-2 con Lanzafame e Capuano esterni di centrocampo e il duo Gomez-Bergessio in prima linea. Si prospetta la terza panchina di fila per Maxi Lopez, mentre in difesa sarà confermato Legrottaglie. Ancora indisponibili Alvarez, Spolli, Biagianti, Potenza, Ledesma, Bellusci, Suazo e Llama. Marchese resterà nel trio difensivo.

Niente da fare. Per la trasferta siciliana, Claudio Ranieri non ha convocato Julio Cesar, Christian Chivu e Wesley Sneijder che non hanno quindi recuperato del tutto di rispettivi infortuni. Out anche Forlan e Coutinho, mentre torna a disposizione Thiago Motta.

SABATO ORE 20:45 – MILAN-PALERMO

Massimiliano Allegri recupera Robinho e lo schiera subito titolare sulla trequarti nel 4-3-1-2 che ripresenterà la coppia Cassano-Ibrahimovic in prima linea. In difesa, ballottaggio tra Antonini e Zambrotta per una maglia da terzino sinistro, mentre a centrocampo Seedorf è favorito su Aquilani. Oltre agli infortunati Gattuso, Yepes, Ambrosini, Pato, Inzaghi e Flamini, sarà out per squalifica Boateng.

Devis Mangia ha l’imbarazzo della scelta date le sole assenze di Di Matteo e Balzaretti. La squalifica di quest’ultimo permette a Mantovani di ritrovare una maglia da titolare sull’out di sinistra nel 4-4-2 rosanero. Per il resto soltanto conferme: in attacco partono Hernandez e il recuperato Miccoli, mentre a centrocampo gli esterni saranno Ilicic e Bertolo. Soltanto panchina per Alvarez e Pinilla.

SABATO ORE 20:45 – NAPOLI-PARMA

Walter Mazzarri questa volta rinuncia al turnover nonostante l’impegno di martedì con il Bayern Monaco. Il Napoli si schiererà dunque con tutti i “titolarissimi” fatta eccezione per Gargano, rimpiazzato dall’ex di turno Dzemaili a centrocampo. In attacco torna il tridente delle meraviglie Hamsik-Cavani-Lavezzi. Fuori per infortunio soltanto Britos, Donadel e Pandev.

Franco Colomba va a Napoli con tutti gli effettivi a disposizione. Quasi scontata, però, è la conferma dell’undici titolare che prima della sosta ha battuto 3-1 il Genoa. Nel 4-4-2 crociato, Jadid e Biabiany dovrebbero trovare ancora posto a centrocampo. In attacco, infine, ovviamente titolari il capocannoniere Giovinco e Floccari.

DOMENICA ORE 12:30 – CESENA-FIORENTINA

Marco Giampaolo sembra orientato a non cambiare più di tanto l’assetto bianconero nonostante il misero bottino di un punto in cinque partite. Il modulo resta un 4-3-3 con Mutu prima punta e il duo Eder-Ghezzal a suo supporto. L’unica novità di rilievo è la presenza di Rodriguez dal primo minuto al centro della difesa, con Von Bergen al suo fianco. Ancora panchina per Bogdani; infortunati Colucci, Comotto, Cica e Martinez.

Sinisa Mihajlovic dà ancora fiducia al “Tanque” Silva nonostante la pessima prestazione con la Lazio. Solito 4-3-3 viola, dunque, con Jovetic e Cerci a completare il tridente. Nessuna novità di rilievo anche a centrocampo, dove Montolivo resta titolare e viene affiancato da Behrami e Lazzari. L’unico indisponibile resta Gilardino, out ancora per quasi un mese.

DOMENICA ORE 15:00 – ATALANTA-UDINESE

Stefano Colantuono non tocca l’undici titolare delle prime cinque giornate e conferma il 4-4-1-1 con Moralez a supporto di Denis. A centrocampo, però, Bonaventura resterà in ballottaggio sino all’ultimo per un posto da esterno in luogo di uno tra Schelotto e Padoin. Out gli infortunati Pettinari e Ferreira Pinto, oltre allo squalificato Cristiano Doni.

Francesco Guidolin ha fuori per infortunio soltanto Pasquale e Barreto, ma i friulani non opereranno turnover. Classico 3-5-2 con Torje e Di Natale in attacco. A centrocampo si continua con Isla interno e Basta esterno destro, mentre in difesa non si tocca il trio Domizzi-Danilo-Benatia.

DOMENICA ORE 15:00 – CAGLIARI-SIENA

Massimo Ficcadenti ha un solo dubbio di formazione in attacco, lì dove Nené e Larrivey sgomitano per un posto al fianco della rivelazione Thiago Ribeiro. I rossoblù confermano il 4-3-1-2 tradizionale, con Cossu trequartista. Gli unici indisponibili restano gli infortunati El Kabir ed Eriksson.

Giuseppe Sannino non si smuove dal classico 4-4-2, ma in vista di una trasferta così difficile sposta Brienza in prima linea al fianco di Calaiò e lascia spazio a Reginaldo sulla fascia sinistra di centrocampo, con Mannini confermato a destra. In mezzo al campo, Gazzi farà da spalla a D’Agostino, con Terzi e Contini in ballottaggio per una maglia da titolare in difesa. Nessun indisponibile nelle fila bianconere.

DOMENICA ORE 15:00 – CHIEVO-JUVENTUS

Mimmo Di Carlo annuncia battaglia con il solito 4-3-1-2 gialloblù. Non mancano però i dubbi di formazione. In attacco resta il dubbio tra il favorito Thereau e Moscardelli, mentre Sammarco dovrebbe giocare da trequartista in luogo di Cruzado. Ballottaggio anche a centrocampo, dove il testa a testa è tra Vacek e Bradley. Tutti a disposizione i giocatori nella rosa gialloblù.

Antonio Conte torna al 4-4-2 e torna titolare Del Piero, schierato in prima linea al fianco di Vucinic (favorito su Matri). Vidal si accomoda in panchina, con Pepe e Krasic che vanno a schierarsi sugli esterni di centrocampo. Confermato Chiellini nel ruolo di terzino sinistro, con Bonucci e Barzagli centrali. Quagliarella dovrebbe trovare posto in panchina. L’infermeria è del tutto svuotata.

DOMENICA ORE 15:00 – GENOA-LECCE

Alberto Malesani rivoluziona la squadra dopo il ko di Parma. Solito 4-3-1-2 ma molte novità a centrocampo dove saranno titolari Merkel e Seymour, con Jorquera trequartista a supporto del duo di punta composto da Caracciolo e dal capocannoniere Palacio. In difesa torna Rossi da terzino destro, fuori Bovo che viene rimpiazzato dal rientrante Dainelli. Restano out per infortunio Ze Eduardo e Mesto, soltanto panchina per Kucka e Constant.

Eusebio Di Francesco mischia le carte e si affida a un 4-3-1-2 con Pasquato trequartista dietro a Ofere e Corvia. Soltanto panchina dunque per Piatti, mentre in difesa Oddo verrà preferito a Quadrado. A centrocampo avrà spazio anche Strasser, schierato con Obodo e Giacomazzi. Fuori per infortunio soltanto Di Michele.

DOMENICA ORE 15:00 – NOVARA-BOLOGNA

Attilio Tesser propone ancora una volta il 4-3-1-2 con Pinardi che torna titolare sulla trequarti e si piazza dietro al duo di punta composto da Meggiorini e Morimoto. Rigoni come sempre interno di centrocampo, mentre Mazzarani, Granoche e Jeda vanno in panchina. Morganella si riprende il posto di terzino destro al posto di Dellafiore. Infortunati soltanto Lisuzzo (rimpiazzato da Ludi in mezzo alla difesa) e Giorgi.

Prima in panchina per Stefano Pioli, che riparte dal 4-3-1-2 e riscopre Gimenez, schierato in attacco al fianco di Di Vaio e con Diamanti trequartista. In difesa, Cherubin parte titolare al posto di Loria, con Portanova e Raggi confermati. Soltanto panchina per Acquafresca e Ramirez. Ancora out per infortunio Gilles (tra i pali resta Agliardi), Taider, Crespo, Antonsson e Cruz. Fuori per squalifica Perez.

DOMENICA ORE 20:45 – LAZIO-ROMA

Edy Reja è sicuro di recuperare Klose per l’attacco, in quello che sarà un 4-3-1-2 con Cissé altro centravanti e Hernanes trequartista. Il dubbio è in mediana, dove Mauri potrebbe giocarsi il psoto con Gonzalez, ma l’uruguayano resta il favorito. Soltanto panchina per Cana e Matuzalem, i titolari saranno Ledesma e Brocchi. Tutti a disposizione nella rosa biancoceleste.

Vigilia ricca di dubbi per Luis Enrique, che non tocca il 4-3-3 ma perde Totti per infortunio. L’idea è quella di sostituire il capitano con Pjanic schierato da centravanti mascherato, ma l’ex Lione si è bloccato nell’ultimo allenamento e sarà in dubbio sino all’ultimo. Osvaldo e Bojan confermatissimi in prima linea. A centrocampo è a rischio anche Pizarro, bloccatosi per nuovi problemi fisici. Al suo posto si scalda Simplicio. Confermato Rosi terzino destro, con Heinze e Burdisso centrali e una nuova panchina per Kjaer. Out anche Lobont, ma non c’è problema perché tra i pali torna Stekelenburg dopo il tremendo impatto con Lucio.

 

 

Fonte: Eurosport

Tags