seraminhaΜῆνιν ἄειδε θεὰ Σηρἄμειάδεω Ἦρἄχλὴος οὐλομένην, ἣ μυρί᾿ Φρέδδῶοῖς ἄλγε᾿ ἔθηκε, πολλὰς δ᾿ ἰφθίμους ψυχὰς Ἄϊδι προΐαψεν μἡρδώων.

Mēnin aeide, theā, Sērāmēiadeō Eraklēos, ulōmenēn e murì Freddoìs ālgē ēteke pollās d’ iftimōs Aidi proiapsen merdoōn

«Cantami, Oh Diva del Seramide Eracle /  l’ira funesta che infiniti addusse / lutti ai Freddoiesi, molte anzitempo all’Orco / generose travolse alme di merde»

Avvolta nel mistero, l’origine della squadra di Sao Seramao è un crogiolo di leggende e superstizioni. Come si evince dalle parole sopra riportate, sembra che già nell’antica Grecia (di cui porta i colori), fosse nota una antica gens, i Seramidi appunto, stirpe di guerrieri ed eroi, dedita alla caccia di strane e primitive forme di vita che gli studiosi sembra abbiano riconosciuto in un antenato dell’attuale scarafaggio stercoraro, ma molto più grande in dimensioni (all’incirca 20, 22 cm di diametro), denominato, prendendo proprio spunto dagli antichi versi del grande Poeta Omero sopra citati, Freddoiese o Fréddolo.

Segni distintivi
Uniformi di gara

prima maglia seraminha
Casa
seconda maglia seraminha
Trasferta
terza maglia seraminha
Terza divisa
Colori sociali: Bianco e celeste
Simboli: Leone
Inno: Vola Seraminha volaToni Seramalco (1983)
Dati societari
Città:  Sao Seramao
Paese: bandiera
Campionato: FantaPomicio
Fondazione: 2010
Presidente: E. Serami A. Minnucci
Allenatore: E. Serami A. Minnucci
Stadio: Seranfield Road
Palmarès
Scudetto.svg
Scudetti: 0

La tecnica di caccia sembra consistesse nella predisposizione di trappole a rete di forma rettangolare poste nei boschi circostanti il villaggio. I cacciatori Seramidi, organizzati in gruppi di 11 (ςχυὰδρέ – skuadrè) si lanciavano di corsa nei boschi e, alla vista di un esemplare di Fréddolo, erano soliti colpirlo violentemente con gli arti inferiori passandoselo vicendevolmente fino a raggiungere la trappola (rete). Per ogni preda messa nella rete era poi loro consuetudine intonare un ditirambo (in greco διθύραμβος) in onore del dio Dioniso di cui rimane solo un piccolo frammento

“γώωλ γώωλ γώωλ Φρέδδῶοῖς μἡρδαἰών” - Gool Gool Gool Freddoìs merdaἰōn
Tradotto convenzionalmente con “E’ nella rete, E’ nella rete, E’ nella rete il Frèddolo coprofago”.

Tramandata per generazioni, è la storia delle gesta di uno dei più impavidi ed eroici cultori di tale pratica venatoria, Eracle il Seramide, appunto, del quale si racconta che abbia “insaccato” migliaia e migliaia di Frèddoli meritando l’appellativo di “χαπώkἄννονἰηρέ” (pr. Kāpocānnonïerē – trad. CampioneNero )

Numerosi storici fanno risalire la nascita dell’odierno gioco del calcio proprio a questa pratica venatoria introdotta dai Seramidi. Teoria che però non gode dei favori Accademici e dunque data per “non ufficialmente riconosciuta”.

Fatta questa premessa storica che fa affondare le radici della tradizione calcistica della Seraminha nonché la rivalità con gli storici nemici della Freddoiese agli albori dell’umanità, ripercorriamo le tappe moderne che hanno portato alla nascita di uno dei club più prestigiosi del FantaPomicio.

La Associazione Sportiva Seraminha, o più comunemente La Seraminha, nasce il 9 Gennaio 1900 dalla fusione dell’Atletico Seramao (storico club di Sao Seramao di cui potevano far parte solo gli eredi della stirpe Seramide) con la Real Minnuccinha (il blasonato club della regione del Cimmenao a nord di Sao Seramao). Nel 2010, dopo aver vinto tutto in ambito nazionale, si iscrive al FantaPomicio con l’obiettivo primario di scalare in fretta la classifica e attestarsi quale club tra i più importanti e riconosciuti del Campionato più importante e riconosciuto nella storia del fantacalcio. Al suo esordio conquista subito il podio dopo una rincorsa stupefacente: da fanalino di coda al giro di boa di metà campionato, al terzo posto assoluto a sole 6 lunghezze dalla vetta al termine della competizione.

Non è un caso infatti che sullo stemma ufficiale della Seraminha venga riportato il famoso motto di dannunziana memoria “Memento Audere Semper” ( trad. Ricordati di Osare Sempre): specchio fedele dello spirito della squadra e dei suoi tifosi, in particolar modo lo storico capo ultras Glauco Seramelli detto Sandokan.

Tanti, nel corso degli anni, i campioni che hanno vestito la prestigiosa maglia bianco-celeste calcando il manto verde del mitico Seranfield Road, la tana dei Leoni. Su tutti vogliamo ricordare in ordine di tempo Edson Arantes do Nascimento, Diego Armando Maradona, Marco Van Basten e Roberto Baggio.

Gemellata con la gloriosa Poppyzan Tirana, con la quale condivide l’odio verso la Freddoiese, la Seraminha è la terza squadra del FantaPomicio per numero di tifosi, dietro soltanto alla maestosa Aquila Albanese e alla storica Original Fans.

E tutti insieme smerderemo il Freddoiese gran cojòn — gol gol gol Freddoìs merdaiòn
E tutti insieme smerderemo il Freddoiese gran cojòn — gol gol gol Freddoìs merdaiòn

(sul ritmo della marcia di topolino)

[ROSA STAGIONE 2015/2016]

Portieri
BUFFON
RUBINHO
NETO
Difensori
BASTA
MASIELLO A.
LETIZIA
CACERES
ANTONELLI
DODO
BARZAGLI
OIKONOMOU
LICHTSTEINER
VRSALJKO
Centrocampisti
BADU
KURTIC
RINCON
CASTRO
CHOCHEV
BROZOVIC
SAMMARCO
HAMSIK
SALA
MARCHISIO
Attaccanti
LJAJIC
INGLESE
DZEKO
BABACAR
CERCI
INSIGNE